fbpx
Crea sito

AIUTO! Non ho più spazio in libreria!

Uno dei più grandi problemi di un’accumulatrice seriale di libri (secondo solo alla crisi finanziaria) è quello dello spazio. Soprattutto se l’accumulatrice seriale in questine vive con i suoi genitori e può disporre liberamente solo delle propria camera.
Finisce così che lo spazio dedicato ai libri è maggiore di quello dedicato al vestiario.

Come e perché si arriva a questo punto…

Come tutte le passioni, anche quella per i libri è difficile da contenere. Certo, molti appassionati di lettura risolvono il problema-spazio dandoci dentro con l’e-book. Io, però, amo proprio i libri! La carta, la rilegatura, la copertina.
Possiedo un e-reader, ma non mi da le stesse soddisfazioni del cartaceo. Inoltre ammetto di aver “perso” i libri digitali che ho acquistato.
Nulla mi regala più soddisfazione di vedere un nuovo volume esposto nella mia mini-biblioteca. Se poi mi trovo tra le mani un pezzo di una collezione, non posso non volere anche altri esemplari della stessa specie. Per esempio: qualche anno fa acquistai a un mercatino un pezzo della Biblioteca Moderna Mondadori; da allora non posso fare a meno di acquistare qualunque altro volume della stessa collana, trovato online o in giro.

Facile capire per quale ragione io mi trovi, ora, nell’assoluto bisogno di cambiare casa e di dedicare almeno una stanza alla funzione “biblioteca”.

…e non tornare indietro

L’altro modo con il quale accumulo libri è il micro commercio di seconda mano. Da scrittrice, dovrei detestare questa forma di circolazione delle opere poiché non apporta il dovuto guadagno alle case editrici e agli autori. Da collezionista, tuttavia, non posso non amare gli annunci del Marketplace di Facebook.
Innanzitutto, spesso si tratta di volumi fuori catalogo; magari, poi, derivano dalla collezione della defunta prozia Assunta. Ergo: sono libri che non potrei trovare da nessuna altra parte. E sono vintage.
Adoro i libri antichi. E se non posso averli proprio tutti antichi-antichi, quelli vintage costituiscono la mia migliore opzione.

D’altro canto, non riesco a capire come si riesca a vendere, regalare o (peggio) buttare i libri. Io, piuttosto, rinuncio al mio letto. Per fare spazio.

Alcune soluzioni

Se non c’è più spazio in libreria, come si può fare? Ecco alcune idee.

Secondo alcuni suggerimenti che ho ricevuto su Instagram (ho chiesto aiuto per mezzo di una story), “impilare” i volumi orizzontalmente può essere un’ottima idea se si dispone scaffali molto alti.

Io, avendo scaffali anche molto profondi, ho creato disposizioni a doppia e a tripla fila. Il guaio è che non ho più idea di cosa sia conservato nella schiere sul retro: il che è fastidioso non sono alla vista, ma anche a livello pratico.

Potete utilizzare le mensole e gli spazi superiori delle librerie, utilizzando i fermalibri per evitare che tutti i vostri preziosi tesori cartacei vengano distrutti da un crollo improvviso e incontrollato.

Io sono talmente disperata da aver ceduto alla tentazione di disporre alcuni volumi direttamente sulla scrivania… 🙈

La scrittrice biellese Veronica Rosazza Prin alle prese con la riorganizzazione della sua libreria

Avete altre idee per disporre i libri e risparmiare preziosissimo spazio? Fatemelo sapere lasciando un commento qui sotto o taggandomi su Instagram: @rethinkveronicaprin

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.